LA BOZZA!

LA BOZZA!

La creatività, questa brutta parola che anno dopo anno, generazione dopo generazione va scemando. Il nostro emisfero destro è stato surclassato della ripetizione
disfunzionale che questa società ci ha passato per la normalità. Ormai soltanto discutere delle abilità artistiche che ognuno di noi possiede è una perdita di tempo.
Perché? Perché bisogna essere produttivi, bisogna produrre i prodotti che la stessa società ci ha detto che dobbiamo possedere. Perché se possediamo siamo felici, se possediamo non siamo soli,
se possediamo facciamo parte di una comunità e ci sentiamo al sicuro. Oltretutto non è sufficiente possedere, per essere felici felici è necessario almeno possedere tre mezzi di comunicazione, 4 mezzi di spostamento, uno per ogni membro della famiglia. Ottanta paio di scarpe, un vestito all’occorrenza anche si quello adatto per andare a cagare.
Non possiamo lamentarci se il nostro emisero destro ormai è in letargo. Quando ormai gli unici desideri che riusciamo a desiderare sono questi prodotti! Quando questi prodotti non ci soddisfano più, perché
inevitabilmente arriva il momento che non era vero che questi prodotti ci avrebbero restituito la felicità! Beh a quel punto siamo fottuti, a quel punto diventiamo noi il prodotto, spostando il focus
su ciò che sempre questa società vorrebbe farci diventare, la perfezione. Per essere felici bisogna essere perfetti, bellissimi impeccabili. Devi essere come tutti e dire e fare tutto quello che dicono tutti.
Anche io ero cosi, perché apparire è un bene, esprimere i propri punti di vista è da cattivi. Se poi questi punti di vista sono differenti da quello che narra la nostra società, allora si va addirittura all’inferno.
Siamo diventati prodotti di un sistema ormai al collasso. Ci manca soltanto il codice a barre. A no abbiamo anche quello.

Creatività ti dedico queste due righe:

“povera creatività, povera!
è ‘intrinseca in noi, fa parte dell’essere vivo, è imprescindibile;
è pronta, aspetta in silenzio, non si lamenta;
è imprigionata, attende il suo turno;
è adulta già da piccoli;
si fa vedere alle prime armi, ma poi scompare;
a volte ti da una seconda possibilità, poi la terza, poi la quarta, poi la centesima!
perché è ciò che siamo, non può avercela con noi;
non la vediamo davanti ai nostri occhi, per giorni e giorni, per anni e anni, per vite e vite;
poi……
ne fai la conoscenza, è bellissima, ti fa commuovere!
tutto non ha più senso;
come ho fatto? per tutto questo tempo, come ho fatto?
è l’amante perfetta.
intimidisce per la suo vastezza, senza prepotenza;
è immensa con delicatezza;
c’è! e ci sarà per sempre, con noi o senza di noi;
riprenderai il centro del palco;
perché sei il centro di tutto!
perché sei il tutto!
perché sei la protagonista di queste vite!
perché sei il frontman o woman !
perché te la suoni e te la canti!
perché te lo puoi permettere!
perché sei!
sei formata da tre lettere con un unico scopo creare!
grazie creatività, grazie!”

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copyright ©2021 FCVP- C.F. BRTMSM84P01H501J - All rights reserved